Caricamento...

resta in attesa :)
Top
come_affrontare_lungo_viaggio_aereo

Non potrò mai dimenticare il mio primo viaggio intercontinentale: Direzione Cancún (Messico) – Previste 12h e 30m di volo – Aereo con 90 minuti di ritardo. Ricordo solo che ad un certo punto mi è venuta una profonda crisi isterica mista a panico.
Non avevo mai pensato di andare in Messico fino a quando mia sorella non ha deciso di trasferirsi lì. L’idea di affrontare tutte quelle ore di volo mi spaventava non poco anche perché sono la classica persona che dopo 2 ore di volo inizia ad agitarsi sul sedile e a sbattere i piedi a terra.
Dico la verità: non vedevo mia sorella da 3 anni principalmente per questo. Poi, un giorno non molto lontano, presi coraggio e affrontai Roma Fiumicino > Cancún e come si può evincere dall’introduzione non lo affrontai bene. Per questi motivi oggi sono qui a dirti cosa fare e cosa non fare se hai in programma un volo di questo tipo.

Come affrontare un lungo viaggio in aereo?
Ecco le mie 2 regole fondamentali pre-partenza:

1
Scegli il tuo posto

Ricorda che su quell’aereo ci devi passare molte ore, per cui al momento della prenotazione scegli un posto che sia comodo per te. Gli amici di skyscanner.it hanno fatto anche un articolo su questo e secondo loro Il posto perfetto a bordo dell’aereo è il 6A. Ti invito a leggerlo cliccando qui.

Posso diti che viaggiare ed avere come vicini dei bambini urlanti non aiuta molto al prevenire eventuali crisi isteriche, ti consiglio vivamente di evitare di scegliere posti in prossimità delle tende a loro riservate. Se vuoi viaggiare più comodo, puoi scegliere un posto in prossimità delle uscite di emergenza così che avrai molto più spazio per stendere le gambe.
Nei voli internazionali scelgo sempre il posto sul lato del corridoio perché voglio mettere in conto che mi potrà servire alzarmi o andare in bagno e voglio farlo senza dar fastidio a nessuno. Fai lo stesso, specialmente per un volo lungo come quello che ho fatto io: è importante non stare troppo tempo seduto ma trovare sempre una scusa per alzarti ogni tanto.

2
Viaggia comodo e (se puoi) leggero

Indossa gli abiti più comodi che hai (scarpe incluse) e cerca di vestirti a strati, possibilmente con una t-shirt sotto ed una felpa sopra perché generalmente in aereo fa freddo.
Non sovraccaricare il tuo bagaglio a mano! Limitati a portare con te a bordo solo lo stretto necessario per quelle ore di volo. Io per necessità ho dovuto portare con me il portatile e attrezzatura elettronica e fotografica ma ti assicuro che se avessi potuto, avrei scelto di non portare nulla e viaggiare solo con pochissime cose.

Ora che sei pronto a partire, mi sento moralmente obbligata a dirti le cose che assolutamente non devi fare e le cose che invece puoi fare.

Immaginati a bordo pronto a volare per circa 13 ore: che fai?

Davanti a te hai uno schermo magico che ti consentirà di accedere ad una vasta selezione di film, musica e giochi. Tra queste hai anche la possibilità di provare delle funzioni molto simpatiche come quella di vedere su una mappa 3D dove ti trovi in quel preciso momento, qual è la tratta e quante ore mancano. Ecco, credo che siamo arrivati al momento più importante che caratterizza il senso di questo articolo: NON (hai capito “NON“?) fare come me che ho abusato di quella funzione. Mi sono ritrovata inevitabilmente a fare il countdown per tutte e 12 ore. Ti giuro, è stata un’esperienza da dimenticare (lo confermano anche i miei vicini di seduta).
Allego immagine di una me in pessimo stato, dopo svariate ore di conto alla rovescia:

Ormai quasi tutte le compagnie che effettuano viaggi intercontinentali mettono a disposizione un servizio a pagamento davvero non male: il WiFi.

Alla modica cifra di 20€ ho potuto navigare e svolgere le mie attività quotidiane – fino ad un certo punto perché mi sono ritrovata esattamente al centro dell’oceano atlantico e lì il segnale mi faceva “ciaone” da lontano con la manina.

Io ho volato con Neos ed ho avuto la possibilità di scegliere se navigare per la metà del viaggio o per l’intera durata e, dopo aver fatto esperienza, al ritorno ho scelto di navigare solo per l’ultima metà del viaggio, considerato il fattore “ma-quale-wifi-sei-in-mezzo-al-nulla”.

Un’altra cosa che mi sento di consigliarti urlandotelo a pieni polmoni è quella di idratarti. Bevi. Ti prego. E mettiti pure le creme.

Seriamente, in aereo la possibilità di disidratarsi è molto elevata e questo ti creerà non pochi disagi. Evita gli alcolici che proveranno a servirti assieme al pasto e bevi regolarmente acqua (così hai anche la scusa fondamentale per alzarti ogni tanto) e se possibile applica della crema viso e burro di cacao, ti eviterà di ritrovarti come me con la faccia raggrinzita e la carta vetrata al posto della labbra.

In conclusione mettiti comodo, rilassati e volendo prova anche a dormire. Ricorda che fare nuove amicizie renderà il tuo viaggio meno stressante e anche se questo dipende molto dalla persona che incontrerai (ti può sempre capitare un pessimista cosmico che ti farà venire l’ansia o un logorroico), sicuramente ti sembrerà che il tempo passi più velocemente.

Non mi resta che augurarti buon viaggio 😀

Se hai dubbi o domande puoi lasciare un commento qui sotto e ti risponderò al più presto.

Segui i miei consigli di viaggio come “Le regole fondamentali per viaggiare low-cost” e leggi anche la mia rubrica sui viaggi gastronomici.



Pubblica un commento